Progetti

Progetto PYXISGC-fast

PYXISGC-fast è un progetto di ricerca per lo sviluppo di un micro-sistema veloce ed innovativo per l’analisi di sostanze dannose in applicazioni ambientali ed industriali.

DESCRIZIONE

Il progetto PYXISGC-fast offre a Pollution la possibilità di ridefinire ed ottimizzare un prodotto esistente, il micro gascromatografo PYXISGC basato su componentistica MEMS microlavorata in silicio, che dal 2017 è distribuito sul mercato dell’analisi ambientale per la rilevazione di composti organici volatili (COV) in tracce e potenzialmente tossici, quali: Benzene, Toluene, Etilbenzene e Xileni.

OBIETTIVI

Pollution intende proporre un’innovativa soluzione “fast” del prodotto che, mantenendo inalterate le prestazioni attuali (unico nel suo genere in termini di sensibilità e di selettività), consenta di ridurre significativamente la durata del ciclo analitico dagli attuali 15 minuti a meno di 5 minuti. Inoltre, grazie alla nuova configurazione microfluidica dello strumento, saranno analizzati altri COV di interesse in diverse applicazioni industriali.

RISULTATI

I test sperimentali di laboratorio hanno permesso di valutare le cinetiche di desorbimento dei pre-concentratori ottimizzati, nonché la lunghezza minima delle colonne di separazione all’interno di una architettura Pyxis opportunamente modificata per implementare la nuova configurazione microfluidica. I risultati ottenuti hanno permesso di stabilire la piena fattibilità di realizzazione di un nuovo strumento Pyxis in grado di effettuare l’analisi di composti BTEX in un tempo inferiore ai 5 minuti, così come la capacità, da parte di una specifica fase chimica, di poter essere impiegata all’interno dello strumento e permettere la rilevazione dell’Etilene anche a concentrazioni ridotte (200ppb).
Come risultato di quanto realizzato, Pollution intende proseguire le sue attività commerciali di consolidamento nel mercato del monitoraggio ambientale outdoor dei BTEX e di iniziare ad utilizzare lo stesso sistema “fast” in nuovi mercati dove viene richiesta un’analisi più veloce di questi composti, come quello del monitoraggio fence-line nell’industria petrolchimica, dell’ambientale indoor e delle emissioni a camino. I nuovi prototipi saranno impiegati già nel corso del 2021 per fare i primi test in campo e sono già previste entro la fine dell’anno le prime vendite di strumenti per il monitoraggio fence-line nell’industria petrolchimica.


Progetto MEDFIL

MedFil è un progetto di ricerca industriale approvato sul “Bando per progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente” (DGR 986/2018) all’interno del POR-FESR EMILIA ROMAGNA 2014-2020, Asse 1 – Ricerca e innovazione, Azione 1.2.2

DESCRIZIONE

I dispositivi HME, usati sempre più spesso per l’uso a breve termine in anestesia e a lungo termine nelle unità di terapia intensiva, accumulano calore e umidità dell’espirato del paziente, restituendoli durante la fase di inspirazione. Il controllo dell’umidità e temperatura dei gas medicali è essenziale per prevenire danni al sistema tracheobronchiale dei pazienti. CNR-ISTEC ha progettato una nuova generazione di dispositivi HMEf, ispirati alla naturale composizione del nostro apparato respiratorio, totalmente biodegradabilli e prodotti da scarti della filiera alimentare. Tali filtri inoltre vengono utilizzati per ridurre la trasmissione di potenziali agenti patogeni e particolato da e verso l’apparecchiatura di respirazione. Gli HMEf attualmente TRL4 sono oggetto di domanda di brevetto internazionale. Dalle validazioni effettuate secondo le normative ISO-9360-1 e ISO 9360- 2, i dispositivi hanno dimostrato elevate prestazioni nello scambio di calore e umidità e di non trattenere farmaci anestetici, nel rispetto degli standard europei.

OBIETTIVI

L’obiettivo di MEDFil è la progettazione di dispositivi e loro funzionalizzazioni per la tutela delle vie respiratorie, attraverso la somministrazione di un gas tecnico umido e caldo, e la rilevazione precoce di agenti microbici, possibile causa di infezioni delle vie respiratorie. Il progetto prevede la validazione dei dispositivi HMEDf (Heat and Moisture Exchange Diagnostic Filter) e il raggiungimento di TRL6, unitamente a: a) implementazione con l’uso di vescicole liposomiali funzionalizzate per rilevazione microbica; b) integrazione con moduli attivi (adsorbenti/ microfiltranti) a base di membrane polimeriche per lo sviluppo di sistemi di filtrazione multistadio innovativi, basati su materiali biocompatibili ed ecosostenibili sviluppati e già brevettati all’interno del consorzio.

SITO: medfil.it


picoGC PROJECT

The aim of picoGC project is to develop a new MEMS-based device that will integrate, in a single and robust unit at chip level, all the analytical functions necessary to perform gas chromatography analyses with the best performances never achieved by currently MicroGC technology.

picoGC project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 756439.

Please visit www.picogc-project.eu

 

MemsGC – Sviluppo di un inedito modulo micro GasCromatografico “lab-on-a-chip” con core analitico esclusivamente basato su piattaforma tecnologica MEMS

Il progetto MemsGC si propone di sviluppare una avanzata piattaforma tecnologica basata su processi di microlavorazione MEMS (Micro-Electro-Mechanical-Systems) che permetta la REALIZZAZIONE DI STRUMENTI esclusivamente “LAB-ON-A-CHIP” dedicati all’ANALISI GASCROMATOGRAFICA (GC). Un importante vantaggio di questa piattaforma “General Purpose” è dato dalla sua modularità che la rende adatta a numerosi settori applicativi, che in gran parte intercettano le linee guide prioritarie della Strategia regionale di Specializzazione Intelligente.

Nell’ambito del progetto si intende dimostrare l’efficacia di questa piattaforma con lo sviluppo e la realizzazione di un PROTOTIPO DEDICATO all’analisi della composizione del  BIOGAS/BIOMETANO. La peculiarità di tale strumento sarà data dal fatto che i vari componenti microlavorati del modulo analitico del prototipo (iniettore, colonna di separazione e detector) saranno interconnessi tramite un MANIFOLD RIVOLUZIONARIO realizzato interamente in silicio/vetro con tecnologia MEMS. In tal modo verrà superato il vincolo di usare i convenzionali capillari e raccordi di interconnessione, soggetti a problemi di assemblaggio, fragilità, poca maneggevolezza, sensibilità termica e aumento dei volumi morti.

Ciò consentirà l’ingegnerizzazione di ANALIZZATORI DECISAMENTE PIÙ SENSIBILI E ACCURATI, compatti e robusti, a basso costo di acquisto e di esercizio per i futuri Clienti. La fabbricazione di questo dispositivo, basato su un processo produttivo innovativo caratterizzato da efficienza e modularità, consentirà a Pollution di diventare leader in breve tempo nel proprio mercato di riferimento grazie all’acquisizione di KNOW-HOW ALTAMENTE SPECIALISTICO in stretta collaborazione con CNR-IMM e PROAMBIENTE, con i quali è in corso una proficua attività di trasferimento tecnologico da diversi anni.

In conclusione, il progetto MemsGC permetterà a Pollution Analytical Equipment di aumentare la propria crescita in termini di fatturato, redditività, personale.

Il progetto MEMS-GC è stato cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale.


“SMILEY” FP7 FINANCED PROJECT (2012-2015)

SMILEY project intended to apply a bio-inspired assembling/mineralization process (MIAO) to a wide number of macromolecular matrices with the purpose to generate new smart devices with application in several high-impact fields. During the whole duration of the project, Pollution, together with other national and international research centres and universities, has been focused on the selection and modification of natural polymers and fibres to create macromolecular matrices with designed properties. The association of polymers with different hydrophilic ability enabled the synthesis of 3D constructs with ability to recover and manage the moisture, for application in healthcare as Heat Moisture Exchanger devices (HME). These materials, together with an innovative filter holder designed by Pollution, has allowed the group to obtain HME devices with unique features in terms of moisture and heat exchange, biodegradability, antibacterial effects and dead volume. These impressive results lead Pollution to apply for two patents within the project. Further information regarding the project and the most relevant obtained results is available in the link below:
https://cordis.europa.eu/project/rcn/106205_it.html