Baseline 9000 Heated Hydrocarbon Analyzer

Analizzatore riscaldato per la misurazione continua di idrocarburi in contesti ambientali o industriali

L’analizzatore riscaldato Baseline 9000 H è progettato per la misurazione continua di idrocarburi in contesti ambientali o industriali. L’analizzatore è configurato per l’analisi da un singolo punto di campionamento (con o senza pompa) di campioni riscaldati fino a 190° C pre-filtrati (<10 micron) e non condensanti.
Durante il processo di combustione nel detector FID, i gas organici o a base di idrocarburi presenti nel campione vengono ionizzati, rilevati dallo strumento e quindi riportati come concentrazione. La funzione di calibrazione automatica migliora la stabilità analitica a lungo termine dello strumento. I limiti di rivelabilità sono inferiori a 0,1 ppm. I range di misura, programmabili dall'utente da 10 ppm fino al 10% (in propano) o da 10 ppm fino al 50% (in metano), sono configurati in fabbrica in base all’applicativo del cliente per facilitare l'installazione e l’avvio della campagna di analisi.

APPLICAZIONI Baseline 9000 Heated Hydrocarbon Analyzer

Analisi e controllo dei processi industriali:

  • Efficienza dei sistemi di abbattimento emissioni
  • Monitoraggio di impurezze nella CO2 in ambito Food&Beverage come raccomandato dalla International Society of Beverage Technologists (ISBT)
  • Controllo di miscelazione gas industriale
  • Analisi dei gas di processo
  • Monitoraggio di gas speciali ed industriali
  • Analisi Surface & Mud Logging

Funzionalità di controllo automatizzato:

  • Controllo FlowGuard per l’ottimizzazione dei flussi di combustibile (H2), dell’aria e del campione con spegnimento automatico
  • Regolatore elettronico di contropressione con sistema di bypass del campione
  • Iniezione automatica del FID
  • Calibrazione automatica ad intervalli definiti dall’utente

Piattaforma versatile:

  • Display LCD con menu di facile utilizzo
  • Da banco o montabile su rack
  • Output personalizzabile Ethernet e seriale
  • Range programmabile di output analogico
  • Relè programmabili per diagnostica, concentrazione, allarmi ed eventi

Caratteristiche Tecniche

Baseline 9000 Heated Hydrocarbon Analyzer:

  • Detector: Ionizzazione di fiamma (FID)
  • Range: Definibile dall’utente in base alla calibrazione (come metano):
    – Molto basso – da 0,15 ppm a 200 ppm
    – Basso – da 0,3 ppm a 2.000ppm
    – Medio – da 0,6 ppm a 20.000 ppm
    – Alto – da 0,003% a 50%
  • Precisione, Ripetibilità: ±1% del fondo scala
  • Drift, Zero: ±0,025% del fondo scala, 24 ore
  • Drift, Span: ±1% del fondo scala, 24 ore
  • Tempi di risposta: T90 < 5 secondi
  • Campionamento: Interno singolo o multi-punto; pompa opzionale
  • Allarmi: Allarmi multilivello di errori di concentrazione, acustici e visivi
  • Calibrazione: Calibrazione automatica o manuale programmabile
  • Requisiti dei gas necessari:
    – Idrogeno UHP (H2) o miscela (H2/He) – 30 cc/min
    – Aria Zero – 175 cc/min
    – Span gas – tipicamente metano
  • Display: LCD grafico, 3,4” x 4,5” (8,64 cm x 11,43 cm)
  • Outputs, Standard:
    – RS-232
    – LAN/Ethernet
    – Analogico, 1 output isolate programmabili 0-20mA/4-20mA
    – Relè, 5 relè Form A programmabili con potenza di 3A @230VAC
  • Temperatura di esercizio: Da 0 a 40°C
  • Umidità di esercizio: Da 0 a 95% (senza condensa)
  • Configurazione: Da banco o 19” (48,3cm) montaggio su rack, 3U

Altre specifiche (tutti i modelli):

  • Caratteristiche fisiche:
    – Rack 19” – 3 unit (13,02 cm x 48,26 cm x 41,28 cm)
    – 9,07 kg
  • Requisiti elettrici:
    – Voltaggio: 100 – 240 VAC 50/60 Hz, 1 A

Download

Scarica la Brochure: Baseline 9000 Heated Hydrocarbon Analyzer

Scarica le Application Note:
Baseline 9000 – Surface Logging
Baseline 9000 – Trace Gases In Ambient Air
Baseline 9000 – Toxic Gas Monitoring
Baseline 9000 – Airborne Molecular Contamination